LA DURATA – IL SOLE – L’OROLOGIO classe seconda (prima parte)

LA DURATA – IL SOLE – L’OROLOGIO classe seconda (prima parte)

Annunci Per affrontare questo lungo percorso iniziamo con un dettato svolto dopo la ricreazione: Dettato L’albero in fondo al parco non aveva neanche un fiore. Una mattina si sedette ai suoi piedi un uomo che vendeva dolci e palloncini. Tutti i papà e le mamme si avvicinarono e comprarono biscotti, gelati e palloncini per i loro bambini. Ben presto i più piccini si lasciarono sfuggire i palloncini colorati e tra i rami dell’albero rimasero impigliati palloni blu, rossi, arancioni…. Avviamo la discussione… e poi verbalizziamo: La maestra ha misurato il tempo con l’orologio: la ricreazione e il dettato sono durati lo stesso tempo. Cosa abbiamo capito? Abbiamo capito che quando facciamo cose piacevoli il tempo sembra passare velocemente, quando facciamo cose poco piacevoli, il tempo sembra passare lentamente. In realtà il tempo passa sempre allo stesso modo, sono le nostre sensazioni che ce lo fanno sentire diverso.   Rispondi alle domande e disegna: Quando il tuo tempo vola? Quando il tuo tempo sembra non passare mai?   Seguono alcune schede sulla durata, reperibili su vari quaderni operativi e lavoro svolto sul libro di testo degli alunni. ORE “LUNGHE” – “ORE BREVI” Leggiamo il testo Sandrino non si è accorto del tempo trascorso perchè si è divertito a guardare fuori dal finestrino. Andrea ha trovato il viaggio lungo perchè si è annoiato. Facciamo fare un elenco ai bambini AZIONI CHE DURANO POCO AZIONI CHE DURANTO TANTO Fare un cerchio con la matita Dipingere un quadro Aprire l’astuccio Fare una partita di basket Bere un bicchiere d’acqua Guardare un film al cinema ………………………………… …………………………………….   Riscrivi le azioni nelle apposite colonne: dormire – accendere la luce – giocare una partita – aprire un libro – scrivere 10 parole – tagliare un foglio a strisce – leggere un libro – prendere la penna – indossare i vestiti – spostare una sedia – fare doccia AZIONI BREVISSIME AZIONI BREVI AZIONI LUNGHE ……………………. …………………… ……………………..   Seguono alcune schede, reperibili su vari quaderni operativi e lavoro svolto sul libro di testo degli alunni. IL SOLE Il sole è un orologio che non sbaglia mai. Prima che gli uomini inventassero l’orologio, era proprio il sole che li aiutava a misurare il tempo. Guardando il sole,...

Leggi Tutto

CLEMENTE, IL PESCE COL SALVAGENTE

CLEMENTE, IL PESCE COL SALVAGENTE

Annunci Il testo di riferimento per svolgere questa attività è “Il laboratorio di italiano 1” di G. Gentili,  Edizioni Erickson, sul quale troverete in modo dettagliato le varie unità di apprendimento con la descrizione e tutto il materiale necessario, compreso il CD con la traccia audio. Gli obiettivi di questo laboratorio sono: saper cogliere gli elementi narrativi del testo ascoltato individuare gli elementi principali quali i personaggi e l’ambiente raccontare in forma orale la storia ascoltata rispettando l’ordine cronologico dei fatti riflettere su alcune tematiche spesso presenti nel contesto degli alunni quali l’accoglienza, la tollerenza, il rispetto della diversità e il valore dell’amicizia. Dopo aver preparato la classe all’attività d’ascolto ho avviato il CD con la traccia della storia. Al termine dell’ascolto ho posto alcune domande di comprensione (sul testo trovate i suggerimenti) e ad ogni bambino che rispondeva ho consegnato una busta con all’interno le tessere del puzzle della storia, io ho preparato le domande in modo che ogni alunno potesse rispondere. In seguito il puzzle ricomposto è stato incollato sul quaderno delle attività espressive.   Abbiamo nuovamente ascoltato il CD (a grande richiesta!) e colorato la scheda con le sequenza della storia. Le sequenze ritagliate sono state incollate sulle facce del dado che avevano precedentemente ritagliato.   Abbiamo ricomposto il dado.   Ho diviso i bambini a coppia: usando il dado e cercando le sequenze corrette in ordine cronologico si sono raccontati l’un l’altro la storia di Clemente.      ...

Leggi Tutto

DISEGNA UNA LINEA

DISEGNA UNA LINEA

Annunci Quest’anno ho utilizzato la filastrocca di Piumini per introdurre l’argomento sugli ambienti in geografia nella mia classe seconda. Il lavoro deve essere svolto seguendo le fasi seguenti: DISEGNA UNA LINEA   Disegna una linea PIATTA   e la PIANURA è fatta.         (disegnano una linea)   Disegna una linea MOLLE   ed avrai un COLLE;   (disegnano una serie di linee curve non molto alte)   una a forma di PONTE   ed avrai fatto un MONTE.    (disegnano una serie  di linee curve un po’ più alte per imitare la montagna)   Ma attento a non sbagliare   perché è PIATTO anche il MARE,   (disegnano una linea)   è molle anche la schiena di un cammello   (disegnano una linea curva)   ed è a forma di ponte anche un cappello.   (disegnano una linea curva un po’ più alta rispetto alla precedente)   (Qui inizia la seconda fase, per ogni strofa della filastrocca gli alunni devono disegnare quanto richiesto sulle linee disegnate in precedenza.)   Perciò in PIANURA mettici le zucche,         nel MARE metti un pesce o un pescatore;           sul COLLE metti un pascolo di mucche,           sopra il cammello metti il cammelliere;           sul MONTE metti un cervo o uno sciatore,           sotto il cappello metti il carabiniere.           Questo è il risultato finale:          ...

Leggi Tutto

LETTERA G

LETTERA G

Annunci Questo è il percorso per presentare la lettera G Lettura per presentare il suono duro di G G COME … GUFO Il gufo Gastone era molto goloso: gli piacevano i funghi saporiti e i vermetti gustosi. La sua occupazione preferita era mangiare. Era anche molto saggio, però. Tutti gli animali del bosco si affidavano a lui quando avevano bisogno di un buon consiglio, perché Gastone era intelligente e sapeva farsi rispettare. Gastone dormiva durante il giorno e si svegliava di notte, pronto a mettersi in volo. Volare lo rilassava, apriva le ali e si lasciava cullare dal vento. Una sera, dopo il solito volo, il gufo si appollaiò sul suo ramo preferito e cominciò a lisciarsi le piume. A un tratto sentì un rumore tra le foglie. – Chi c’è? – Buonasera Gastone! Sono Oscar, lo scoiattolo, spero di non disturbarti. – Buonasera, Oscar. Non mi disturbi, sono appena rientrato dal mio volo serale. Ti serve qualcosa? – Non riesco a dormire, sono un po’ pensieroso. – A che cosa pensi? – Alla notte. A che cosa serve la notte? E le nuvole, perché vagano nel cielo? Quando passano davanti alla luna mi spaventano. – Quante domande, piccolo Oscar. – Puoi rispondere? – Le nuvole vagano nel cielo perché non hanno voglia di stare immobili, sono grandi viaggiatrici. Io ne incontro tante durante i miei voli e ti assicuro che sono molto simpatiche. Non devi aver paura di loro, nemmeno quando coprono la luna: stanno solo facendo due chiacchiere con lei. – Oh…E la notte a che cosa serve? – La notte serve per dormire, per riposarsi. – Ma tu non dormi di notte! – No, io dormo di giorno. La luce del sole è troppo forte per i miei occhi delicati. La luce della luna, invece, è riposante e delicata. Non devi temere la notte. Sei più tranquillo adesso? – Si, mi sento meglio, grazie Gastone – Buonanotte, piccolo Osca! Quella notte Gastone fece un sogno: sognò di trasformarsi in una letterina dell’alfabeto: una G come.. gufo, come ..Gastone. Tratto da ” C come …. a scuola insieme” Edizioni Pearson   Lettura per presentare il suono dolce di G G COME … GIRASOLE In un prato di...

Leggi Tutto

Un caldo plaid per Nicolò

Un caldo plaid per Nicolò

Annunci Questa coperta è stata realizzata unendo 20 grandi rettangoli colorati. Sono stati lavorati a maglia a punto dritto e uniti poi con punti a croce. I colori sono nelle tonalità del blu.  ...

Leggi Tutto

CALENDARIO DELL’AVVENTO

CALENDARIO DELL’AVVENTO

Annunci Natale si avvicina ! Ho preparato per i miei alunni un simpatico calendario dell’avvento, realizzato  velocemente e con poco materiale. Per prima cosa ho ricoperto con una carta da regalo con motivi dorati un rettangolo di cartone spesso. Ho cominciato ad assemblare i sacchettini con biglietti e sorpresine. Ho preparato i bigliettini con la forma di Babbo Natale da inserire nei sacchettini rossi. Sui biglietti ho scritto una sorpresa per ogni giorno del mese di dicembre: caramelle per tutti, storia sul Natale, 5 minuti di ricreazione in più ecc. Ho arrotolato ogni biglietto e inserito nei sacchettini rossi che ho comprato in un ingrosso per bomboniere fai da te. Ad ogni sacchettino rosso ho attaccato un biglietto renna (sono dei segnaposto natalizi) sul quale ho scritto con un pennarello indelebile rosso il numero del giorno.           Infine ho attaccato tutti i sacchettini sulla base usando le puntine con le capocchie grosse. Ecco fatto , terminato!...

Leggi Tutto

Navigando tra queste pagine, esprimi il tuo consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori Info

Un cookie è una piccola quantità di dati inviati al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. Come parte dei servizi personalizzati per i suoi utenti, il nostro sito utilizza dei cookie per memorizzare e talvolta tenere traccia di alcuni dei dati personali forniti dagli utenti stessi.

Ti ricordiamo che il browser è quel software che ti permette di navigare velocemente nella Rete tramite la visualizzazione e il trasferimento delle informazioni sul disco fisso del tuo computer. Se le preferenze del tuo browser sono settate in modo da accettare i cookie, qualsiasi sito web può inviare i suoi cookie al tuo browser, ma – al fine di proteggere la tua privacy – può rilevare solo ed esclusivamente quelli inviati dal sito stesso, e non quelli invece inviati al tuo browser da altri siti.

Per maggiori informazioni sui cookies, visita questo sito.

Chiudi